Una Storia lunga più di 50 anni

Giolli Industria Colori nasce nel 1968 a Calcinelli di Saltara in provincia di Pesaro e Urbino con la missione di produrre colori per l’industria e l’edilizia. Giolli si è contraddistinta negli anni per l’ascolto verso i clienti, attuando sul mercato con grande flessibilità. Oggi Giolli si posiziona sul mercato come punto di riferimento per il proprio servizio di supporto all’applicazione del prodotto.

Nel 2006 Giolli lancia un piano di investimenti finalizzato a portare l’azienda nel terzo millennio non solo come leader di servizio e flessibilità ma anche di dimensione.

Giolli mette a disposizione un’ampia gamma di prodotti, supporto tecnico e consulenza per poter realizzare opere con soluzioni tecniche e decorative mirate.

L’azienda si estende su di una superficie di 5000 mq dove vengono realizzati tutti i prodotti della sua gamma. Il catalogo Giolli vanta una serie completa di prodotti per Interni ed esterni (Pitture ad acqua, silossaniche, acriliche ecc.) una serie di prodotti per legno (vernici ed impregnanti) applicazioni speciali nonchè una splendida collezione di pitture decorative in continua evoluzione in funzione del gusto e del design contemporaneo. Operando in oltre 30 Paesi e grazie alla propria capacità di saper interpretare i continui cambiamenti del mercato, Giolli è diventato oggi un punto di riferimento per Architetti, Rivenditori e Utilizzatori nel vasto panorama internazionale.

  • Controllo del processo produttivo

  • Conformità del prodotto

  • Basso impatto ambientale

  • Rapporto umano al centro dell’attenzione

Oggi 2018

Nel 2017 viene varato un importante piano d’investimento atto ad incrementare l’efficenza produttiva dell’Azienda. L’innovazione è passata attraverso l’acquisto di modernissime linee confezionatrici altamente automatizzate in grado di garantire altissimi standard qualitativi e di capacità produttiva giornaliera. Nasce inoltre GiolliLAB uno spazio polifunzionale dedicato all’esposizione e alla divulgazione delle finiture decorative. Sarà integrato da uno showroom espositivo, una sala convegni e da una zona training che potrà ospitare fino a 14 pittori.

Mercati Internazionali 2014

L’apertura a nuovi mercati internazionali praticata negli ultimi cinque anni ci sta offrendo la possibilità di porre solide partnership commerciali che ci permettono di guardare al futuro con enormi aspettative  e fiducia. Se siamo riusciti ad espanderci oltre i confini nazionali è anche grazie al successo nello sviluppo della linea decorativa, in cui abbiamo introdotto novità assolute in termini di finiture e di strumenti di presentazione grafica.

Fiera di Bologna 2006

La comunicazione della nostra identità e del nostro modo di fare impresa passa tramite numerose funzioni e momenti del nostro lavoro. Lo scambio, il confronto, la comunicazione che noi attuiamo ogni giorno al telefono con i nostri clienti, con le visite in negozio o in cantiere dei nostri tecnici o attraverso l’informazione e la promozione attuata dai nostri agenti sul mercato, tutti questi sono per noi dei momenti di crescita e di confronto. Gli eventi fieristici rappresentano per noi un importante momento in scambio e di conoscenza. E’ il momento clou in cui conoscere nuovi partner commerciali e durante i quali presentare le ultime novità in materia di tecnologie e finiture. Il Saie Due di Bologna nel 2006 è stato il primo grande evento.

Acquisizione aziendale 2004

Giancarlo Pietrelli, socio fondatore, convinto delle possibilità future di Giolli, nel 2004 decide di acquisire il controllo totale della società con la liquidazione dei soci. Vengono nominati amministratori Giancarlo e Massimiliano Pietrelli che insieme lanciano un nuovo piano di investimenti finalizzato a portare l’azienda nel terzo millennio, non solo come leader di prodotto ma anche di servizio. La prima tappa è la costruzione di un nuovo stabilimento nel Comune di Saltara, che potesse soddisfare le previste future necessità produttive del colorificio.

Inizi del 2000

Negli anni Giolli si è evoluta tantissimo così come la chimica di sintesi a livello mondiale e noi ci siamo impegnati a lavorare sempre seguendo, se non anche anticipandole, le normative di settore sull’utilizzo di componenti chimici a minore impatto ambientale attraverso l’adozione di materie prime sempre meno inquinanti e dannose per gli organismi viventi. Giolli ha costantemente lavorato nella riformulazione delle proprie pitture in modo da garantire le massime prestazioni con prodotti sempre più salubri.

Gli anni ’90

Grazie all’esperienza maturata nei primi vent’anni, l’azienda consolida il proprio nome. Da colorificio prettamente locale riesce a trasformarsi in azienda  a caratura nazionale inserendo nel suo team dei rappresentanti che permettono di coprire gran parte del territorio italiano.

1988 – Il Trasferimento a Fano

Partono inizialmente con la fabbricazione di pochi prodotti: una tempera, una pittura plastica da interni e i classici rivestimenti a spessore del periodo: bucciati, graffiati e rustici. Con questi si fanno conoscere sul mercato per la loro qualità. Dopo pochi anni la produzione viene diversificata con l’introduzione di vernici e smalti a solvente. Quando lo stabilimento di Calcinelli non è più sufficiente a garantire la copertura della crescente domanda del mercato a seguito della forte crescita commerciale che l’azienda ottiene negli anni ‘80, dopo vent’anni esatti dalla sua apertura, nel 1988 viene acquistato e ci si trasferisce nel nuovo stabilimento di Fano. Qui vengono investiti grossi capitali nell’automazione dei processi aziendali con l’acquisto di macchinari in grado di aumentare la capacità produttiva giornaliera per singolo addetto.

1968 – L’inizio

Giolli nasce nel 1968 a Calcinelli di Saltara nella provincia di Pesaro e Urbino. All’epoca quattro uomini, poco più che ragazzi, decidono di aprire un colorificio, confidando nell’esperienza maturata da due di loro, periti chimici, all’interno di un altro colorificio locale. La missione che si pongono è quella di produrre pitture per l’edilizia.